Zuppa gallurese

La Zuppa gallurese è uno dei più importanti se non il principale e più rinomato della nostra bella Gallura. Si tratta infatti di una pietanza ricca di tradizione, piena di sapori e profumi intensi da definire come il nostro fiore all’occhiello.
Come tutti i piatti che si rispettano proviene da un’antica tradizione che la considerava un piatto povero. A presentarci questa ricetta è la nostra amica Anna Pedroni, qui potete trovare una pagina che la riguarda. E vediamo insieme come Anna ci presenta la ricetta …
all’epoca preparata con gli ingredienti che si potevano trovare in tutte le case e stazzi galluresi. Io cercherò, nel rispetto della tradizione, di proporvela con il cuore così come mi è stata insegnata e tramandata da mia mamma.” Bellissime parole Anna … adesso vediamo come procedere alla preparazione della Zuppa gallurese …

Zuppa gallurese
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per il brodo:

  • 500 gdi carne vaccina scelta di scottona
  • 100 gdi carne di pecora
  • q.b.di cipolla
  • q.b.di prezzemolo
  • q.b.di basilico
  • q.b.di conserva
  • q.b.di sale
  • q.b.di acqua

Per la zuppa:

  • 400 gdi fresette morbide
  • 1.2 kgdi peretta vaccina
  • 300 gdi parmigiano
  • 30 gdi prezzemolo
  • 1 cucchiainodi saporita

Preparazione

  1. Mettete i sapori in una pentola con l’acqua e preparate il brodo.

  2. Preparate in una ciotola il parmigiano grattugiato e mescolatelo con il prezzemolo tritato finemente e la saporita.

  3. Tagliate la peretta a piccoli pezzi o tritatela grossolanamente, oppure potete usarla anche affettata.

  4. Prendete una teglia da forno e bagnatela con qualche cucchiaio di brodo, spaccate le fresette in due parti e stendetene uno strato su tutta la superficie della teglia, mettetevi sopra una grossa manciata di parmigiano e poi un bello strato di formaggio;

  5. Ripetete ora con un nuovo strato di fresette e di nuovo col parmigiano,  poi ancora col formaggio  e continuate fino a riempire la teglia.

  6. Filtrate il brodo ormai tiepido, aiutandovi con un mestolo da cucina,  versate il brodo sulla zuppa e pungete con una forchetta per farlo assorbire;

  7. Versate gradatamente brodo finché ne assorbe, la consistenza sarà giusta quando la forchetta si sfilerà senza fatica.

  8. Preriscaldate il forno a 200°, infornate la teglia e fate cuocere per 50/60 minuti, sarà pronta quando avrà in superficie una bella crosticina.

Ottima ricetta.

Grazie Anna Pedroni per quest’altra tua fantastica ricetta, per chi volesse vedere il video con tutti i passaggi può farlo cliccando qui.

Alcune curiosità …

Che cos’è la “scottona” vi starete chiedendo … la scottona La Scottona è la femmina del bovino che ha un’età tra i 18 e i 24 mesi -ma che potrebbe arrivare anche fino ai 3 anni e ha la particolarità di non aver mai partorito.

E le fresette cosa sono? Sono le classiche “spianate” di Ozieri (SS), un pane molto particolare e buono.

I miei consigli per gli acquisti …

Volete una piastra elettrica per cucinare ovunque vi troviate? Ecco il mio consiglio.

Un termometro per la cottura dei cibi pratico ed affidabile? Per la mia esperienza vi consiglio questo.

Altre ricette della tradizione?

Ecco alcuni piatti interessanti …

I biscotti sardi;

I fatti fritti sardi.

/ 5
Grazie per aver votato!
(Visited 1.466 times, 1 visits today)
No tags for this post.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: