Crema fritta

Avete mai provato la bontà della Avete mai provato la bontà della fritta … no? allora è arrivato il momento di prepararla, perchè dopo non potrete più farne a meno. Quando poi la crema fritta ha il sapore dei limoni dell’Etna il gusto è veramente unico.
La ricetta che vi proponiamo oggi è della nostra amica Gaestana, vi invito a seguirla nel suo profilo Instagram, troverete tantissime preparazioni davvero interessanti, cliccate qui per seguire Gaetana.
Vediamo come la nostra amica ci descrive questa prelibatezza … “A Bologna la fritta è un must!!! Non viene presentata a fine pasto come dolce, ma fa parte degli antipasti e viene servita assieme a verdure pastellate e fritte. È una golosità a cui nessuno può resistere. Semplicissima da fare solo se si rispettano le quantità degli ingredienti e i tempi di attesa. È molto importante anche la qualità degli ingredienti come le uova che devono essere freschissime e non ultimo il pane da utilizzare per la panatura. Io uso le crocette bolognesi e vi assicuro che la fragranza diventa musica.
La ricetta della fritta prevede una quantità anche di maizena che renderà la consistenza della crema più soda, rispetto alla crema pasticcera normale.

Ecco di seguito gli ingredienti per la sua realizzazione e la procedura da seguire.

Crema fritta
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Metodo di cotturaFrittura
  • Cucina

Ingredienti

Per la

  • 500 mldi intero
  • 3tuorli
  • 40 gdi farina 00
  • 40 gdi maizena ((amido di mais))
  • 70 gdi zucchero semolato
  • q.b.scorza di limone grattugiata (Consigliamo quelli di Vincenzo Schinella)

Per la frittura

  • q.b.di pangrattato
  • q.b.di olio di semi per friggere

Per completare

  • q.b.di zucchero a velo

Preparazione

  1. Preparate la con questi ingredienti avendo cura di unire prima le polveri, i tuorli e poco alla volta il sbattendo continuamente con lo sbattitore a mano per evitare che si formino i grumi. 

  2. In ultimo si accende il fuoco a fiamma bassa e sempre mescolando la crema, piano piano, si addensera’.

  3. Inserire il composto in una piccola teglia di alluminio foderata di pellicola trasparente compresa la parte soprastante.

  4. Fate raffreddare un paio d’ore e tagliate a quadretti. Prendere un quadretto per volta e passatelo nel pangrattato poi nell’uovo sbattuto e nuovamente nel pangrattato.

  5. Friggete in olio di semi e adagiare i quadrotti in carta assorbente. Servite caldi con una generosa spolverata di zucchero a velo.

Ottima ricetta …

E come dice la nostra amica non dureranno molto una volta pronti, sono davvero golosissimi. Sicuramente avremo il piacere di ospitare altre ricette di Gaetana su queste pagine, intanto vi rinnovo il consiglio di seguirla sul suo profilo … a presto.

I consigli per gli acquisti …

Una frusta manuale sempre pronta da utilizzare per le vostre preparazioni? Io vi consiglio questa.

Altre creme

Volete provare la pasticcera senza uova? Cliccate qui.

4,0 / 5
Grazie per aver votato!
(Visited 318 times, 1 visits today)
No tags for this post.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: