Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto in pastella

Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto in pastella.

Bene, eccoci a presentarvi un altra ricetta tradizionale inviataci dalla Pro Loco di Fontaneto D’Agogna, anche questa ha come ingrediente principale la buonissima cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto, vediamo nei dettagli cosa ci occorre per prepararla.

Innanzitutto facciamo la lista di quello che ci occorre: ovviamente le cipolle e la farina 00, ma occorre anche la farina di riso, un po di lievito, l’acqua frizzante e anche la birra, perfetto abbiamo preso nota? vi ricordo che anche in questa ricetta come in tutte le altre in basso troverete l’icona della stampante in modo da poter stampare tutto.

Se volete usare la nostra ricetta per la preparazione della pastella leggete quest’articolo.

Ok, adesso vediamo le dosi e la modalità di preparazione della cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto in pastella:

Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto in pastella
  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • qb Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto
  • 1 kg Farina 00
  • 250 g Farina di riso
  • 1/4 Lievito
  • qb Acqua frizzante
  • qb Birra

Preparazione

  1. Cominciamo mescolando per bene tra di loro la farina 00 con la farina di riso, con le dita sbricioliamo finemente il lievito aggiungendolo alle due farine.

    Adesso iniziamo a mescolare con una frusta, aggiungiamo l’acqua frizzante,  aumentiamone la densità aggiungendo la birra e ricordiamoci che sia l’acqua frizzante che la birra devono essere molto fredde.

    Facciamo attenzione che nell’impasto non si formino grumi, raggiunta la giusta consistenza lasciamo riposare il composto così ottenuto in frigorifero per almeno mezz’ora.

    Nel frattempo affettiamo ad anelli la cipolla, leviamo la pastella dal frigorifero e tuffiamoci dentro gli anelli per poi farli friggere in abbondante olio per frittura.

Cipolla Bionda di Cureggio e Fontaneto

La Cipolla: la Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto è un presidio Slow Food, ed è un tipo di cipolla bionda coltivata nei comuni di Cureggio e Fontaneto d’Agogna.

È di colore biondo dorato, larga fino a 8 cm, di peso compreso tra 150 e i 400 grammi e con un caratteristico appiattimento orizzontale. La sua caratteristica fondamentale però è l’estrema dolcezza che si mantiene anche per lunghi mesi dopo la raccolta.

La Cipolla bionda di Cureggio e Fontaneto, primo presidio nella provincia di Novara e sostenuta da Slow Food Colline Novaresi, è coltivata da un’associazione di diversi piccoli produttori, secondo una filosofia che preferisce puntare sulla piccola produzione per preservare la qualità del prodotto rispetto alla quantità.


La Pro Loco Fontaneto è stata fondata il 19 dicembre 2001, quando sette fontanetesi hanno deciso di iniziare questa avventura e credere nel territorio e nelle sue potenzialità.
Questa decisione è stata presa dopo che, nel giugno dello stesso anno, alcune associazioni locali avevano dato vita ad una manifestazione, denominata FontanetoArteSapori, che presentando serate enogastronomiche e culturali aveva riscosso un buon successo di pubblico.

La Pro Loco Fontaneto ha sempre avuto un occhio di riguardo verso la cultura intesa nel senso più ampio del termine, e sostiene da sempre anche il presidio Slow Food della Cipolla Bionda di Cureggio e Fontaneto.

Alla Pro Loco e al suo staff da parte mia va un grandissimo Grazie per la veramente preziosa collaborazione, e vi invito a seguirla nelle loro pagine per essere costantemente aggiornati sulle loro importanti iniziative.


Sito Web;

E-mail;

Profilo Instagram.

/ 5
Grazie per aver votato!
(Visited 117 times, 1 visits today)
No tags for this post.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: